Le assicurazioni passano alla gestione digitale

Assicurazioni servizi digitali onlineIn un mondo in cui tutto corre alla velocità di Internet, le assicurazioni potevano rimanere indietro? Certo che no. Ogni mercato cerca per quanto possibile di stare al passo con l’innovazione tecnologica, compreso quello del business legato ai rami vita e danni Rc auto, senza escludere altri tipi di assicurazioni, come le polizze viaggi, infortuni, casa etc etc…). Anche le assicurazioni hanno scelto di passare ad una gestione digitale per venire incontro alle esigenze dei nuovi assicurati, cioè velocità nella ricerca e comparazione del prodotto/servizio (sfrutta il comparatore Rc auto di SosTariffe.it per trovare la polizza più economica), semplificazione e protezione dell’acquisto via web, facilità di gestione e modifica dell’assicurazione e consultazione online dei documenti.

Gli strumenti che hanno consentito e fatto evolvere il passaggio da una gestione “materiale” ad una digitale delle assicurazioni sono i seguenti:

  • creazione delle assicurazioni online, acquistabili, gestibili e consultabili via web;
  • eliminazione del tagliando Rc auto cartaceo ed entrata in vigore del corrispondente tagliando Rc auto digitale;
  • eliminazione dell’attestato di rischio Rc auto cartaceo ed entrata in vigore del corrispondente attestato Rc auto digitale, con contestuale creazione di una banca dati degli attestati di rischio;
  • avvio del Progetto Aiba Digital di Integrazione Broker-Compagnie, volto a superare le inefficienze legate alla gestione puramente cartacea.

La gestione passa al digitale: Aiba Digital rivoluziona le assicurazioni

La soluzione proposta nel Progetto Aiba Digital riguarda la creazione di una piattaforma comune tra Compagnie e Broker integrata con i sistemi aziendali, per automatizzare e centralizzare lo scambio e la consultazione di file e dati amministrativi quali comunicazioni d’incassi, estratti conto e quietanze in formato digitale. Gli obiettivi sono il minor impiego di risorse umane in attività a scarso valore aggiunto come inserimento, controllo e quadratura dei dati; tracciatura puntuale di tutte le informazioni scambiate con la Compagnia/Broker; miglioramento dell’efficienza complessiva dell’attività, riduzione delle spese di gestione dei processi grazie ad una gestione completamente digitale delle assicurazioni.

Fra le funzionalità della piattaforma c’è il servizio innovativo in Cloud basato su tecnologia Big Data (consentirà configurazioni veloci e prestazioni efficienti online in massima sicurezza) ma anche l’adozione di un’area riservata per le Compagnie e i Broker in cui visualizzare i documenti più importanti in pochi click e organizzare autonomamente l’archivio dei clienti. La tutela della privacy verrà attuata grazie alla segregazione e riservatezza dei dati. La piattaforma realizzata in seno ad Aiba Digital poterà una grande evoluzione nella gestione digitale delle assicurazioni, ma anche vantaggi economici. Il sistema infatti consentirà lo scambio rapido e puntuale fra assicurazioni, broker e clienti, la centralizzazione e immediata disponibilità dei dati online e l’invio paperless delle comunicazioni.

L’articolo Le assicurazioni passano alla gestione digitale proviene da Mondo Assicurazioni.

Assicurazioni 2016, in calo i prezzi delle Rc Auto

Risparmio costi assicurazioni autoDopo una serie di brutte notizie che sono arrivate nel 2016, ecco che ne arriva una buona che farà la felicità degli automobilisti, o almeno di quelli che nell’ultimo anno non sono stati coinvolti in alcun incidente di cui si sono dovuti assumere la responsabilità. Chi, infatti, ha un attestato di rischio immacolato, in questo nuovo anno potrebbe pagare meno l’assicurazione della propria auto. Vediamo i dettagli.

Le tariffe delle rc auto, secondo i dati rilevati dall’Osservatorio Assicurazione Auto e Moto, sarebbero stimate in discesa e non di poco. Si dovrebbe infatti registrare un più che buono -7,9%, il che, tradotto in moneta sonante, può voler dire molto per tutte quelle famiglie che oggi si trovano in una situazione economica precaria e nelle quali la spesa per l’rc auto incide pesantemente sul budget mensile. In molti, infatti, proprio a causa degli scorsi rincari, avevano dovuto rinunciare all’utilizzo dell’auto perché magari le loro condizioni economiche erano mutate o avevano perso il lavoro, il che è un vero controsenso se si pensa che per molti lavori è richiesto proprio il possesso dell’auto. Un bel problema se però non ci si può permettere né l’auto né l’assicurazione.

A gennaio quindi le migliori quotazioni dell’rc auto toccheranno una soglia storica che non si vedeva dal 2009. Rispetto al primo semestre dello scorso anno la tariffa media è appunto scesa del 7,9%, ma se andiamo a vedere quello che viene chiamato il “best price”, cioè il miglior prezzo, si può notare che l’rc auto è diminuita del 9,2%, dal 2011 quindi si è segnato un calo del 31,7%. Si tratta di numeri importanti che fanno ben sperare. Non va bene invece per gli amanti delle due ruote che non potranno beneficiare di questo trend dei prezzi delle assicurazioni. Per loro la situazione resta stazionaria.

Cosa fare quindi per risparmiare ulteriormente? Sicuramente acquistare l’assicurazione online abbassa i costi e se non si vuole utilizzare la propria carta di credito basta scegliere tra le carte prepagate proposte da cartedipagamento.com, caricare la cifra desiderata e acquistare l’assicurazione auto più idonea alle proprie necessità, magari, visto il risparmio, includendo anche le opzioni di furto e incendio.

L’articolo Assicurazioni 2016, in calo i prezzi delle Rc Auto proviene da Mondo Assicurazioni.

Una polizza responsabilità civile per tutelare la professione

Coperture assicurative RC professionaliObbligatoria ormai dall’ agosto del 2013, per i professionisti iscritti a un ordine, la polizza RC professionale rappresenta una garanzia importante per svolgere serenamente la propria attività.

L’obbligatorietà della Polizza di Responsabilità Civile Professionale è dettata dal Decreto Legislativo 138 del 13 agosto 2011 convertito in Legge n. 148/2011,  entrata in vigore nel 2013 a causa di due successive proroghe.

L’obbligatorietà considera anche quei professionisti che non dispongono di un albo ma intendono iscriversi ad un’associazione di categoria, aggregazione che per l’accesso richiede la sottoscrizione di una polizza come requisito base.

Per alcune categorie quali medici, farmacisti e veterinari il termine è stato prorogato di un anno ma, dall’ agosto del 2014, anche per loro è scattato l’obbligo. La mancata sottoscrizione dell’assicurazione fa correre al professionista il serio rischio di ricevere sanzioni, applicate direttamente dall’ordine professionale al quale risultano iscritti. Nei casi più gravi, e soprattutto dopo aver ricevuto diversi solleciti, la mancata sottoscrizione di un’assicurazione  può portare anche alla radiazione dall’albo stesso.

Dal provvedimento attualmente restano fuori i giornalisti, anche se regolarmente iscritti all’albo di categoria. Nel loro caso l’Ordine Nazionale ha semplicemente consigliato la sottoscrizione di una polizza, assolutamente facoltativa, studiata appositamente per la categoria.

L’assicurazione di responsabilità civile professionale prevede la copertura delle perdite patrimoniali subite da terzi, in conseguenza di errori od omissioni nell’esercizio dell’attività svolta da professionisti ma anche da società che realizzano servizi professionali. I professionisti, indipendentemente dal tipo di attività esercitata, non possono mai considerarsi completamente al riparo dal rischio di incorrere in azioni legali. Per quanto possano svolgere correttamente il loro lavoro sono pur sempre esposti all’opinione dei clienti e alla valutazione soggettiva del loro lavoro.

Le tante compagnie assicurative presenti sul mercato offrono una vasta gamma di proposte, studiate appositamente per medici e personale sanitario, avvocati, progettisti e geometri, architetti e ingegneri, commercialisti e consulenti del lavoro. Proposte che offrono soluzioni personalizzate, flessibili e adattabili al livello di esperienza maturata dal professionista nell’arco del percorso lavorativo.

Una polizza professionale può considerarsi adeguata se a corredo viene proposta la compilazione di

un questionario chiaro e completo dal punto di vista dei contenuti. Inoltre devono essere indicati espressamente i limiti di copertura, l’indicazione del massimale per sinistro e la franchigia, laddove è prevista.

Non devono mancare dettagli specifici sulla retroattività della polizza, che di norma è preferibile sia  anche postuma, per una copertura futura. Per sottoscrivere la polizza più adeguata il professionista può fare ricorso ai comparatori on line, che garantiscono una ricerca ampia e veloce.

L’articolo Una polizza responsabilità civile per tutelare la professione proviene da Mondo Assicurazioni.

Rivoluzione assicurazioni online: la gestione polizze e risarcimenti avviene dal web

Assicurazioni online autoIn Italia bisognerà abituarsi presto alla gestione delle polizze e dei risarcimenti online, da internet, smartphone e tablet. Tutto ebbe inizio con la nascita delle assicurazioni online, e prosegue attualmente (grazie al successo delle stesse) con decisioni governative e legislative che rivoluzioneranno per sempre il mondo assicurativo, come la dematerializzazione del tagliando cartaceo e dell’attestato di rischio.

I documenti assicurativi, rispettivamente attestanti il possesso di una polizza in corso di validità e la classe di merito raggiunta, diventerannotelematici. La data fissata dal Governo per l’abbandono del “cartaceo” è il 18 ottobre 2015, momento a partire dal quale, chi acquisterà l’Rc auto e l’Rc moto, riceverà esclusivamente via email l’attestato di rischio. Il tagliando assicurativo, che diventerà anch’essoelettronico, sostituirà il talloncino da anni esposto sul parabrezza, e grazie ad un sistema fatto di connessioni e banche dati, sarà sfruttato dalle Forze dell’Ordine per effettuare controlli più efficaci su revisioni, mancanza di Rca e furti di vetture.

La rivoluzione assicurativa partita dal web però non si ferma qui, e coinvolge tutti gli aspetti della gestione polizze. Merito di un’applicazione ideata da Euresa (Associazione delle Imprese Europee di Mutua Assicurazione e Cooperative), anche il CID a breve potrà essere compilato e trasmesso online, mentre videocamere installate davanti ai veicoli consentiranno alle compagnie di ricostruire le dinamiche dei sinistri per scongiurare le frodi.

Le polizze online Rc auto ed Rc moto permettono già una gestione facilitata delle assicurazioni.

Oggi i preventivi assicurazioni possono essere scovati online grazie ad utili portali di comparazione (come SosTariffe.it), dai quali acquistare in un solo click l’Rca al prezzo migliore del mercato. Dopo l’acquisto i documenti assicurativi vengono trasmessi via email, corredati su richiesta dalla polizza provvisoria per chi si avvicina alla scadenza dell’assicurazione. Chi è già munito di Rc auto online usufruisce inoltre di tutta la comodità di una gestione in tempo reale della polizza, potendo modificare anche da smartphone e tablet le caratteristiche dell’assicurazione, eventualmente sospendendola, prolungandola (in caso di Rca provvisoria) e rinnovandola.

Infine, anche l’aspetto che più interessa gli automobilisti e i motociclisti, ovvero la richiesta risarcimenti, è agevolato, potendo presentare domanda di indennizzo in un solo click grazie ad apposite applicazioni delle compagnie per dispositivi mobili.

L’articolo Rivoluzione assicurazioni online: la gestione polizze e risarcimenti avviene dal web proviene da Mondo Assicurazioni.

Relazione annuale Ivass: le assicurazioni dimenticano la loro missione

Salvatore Rossi Ivass AssicurazioniGli esiti della Relazione annuale Ivass fanno emergere un mercato assicurativo in trasformazione, attraversato dalla rivoluzione tecnologica e dalla caduta dei tassi d’interesse. Oggi le assicurazioni offrono meno polizze con garanzie minime di rendimento, e le nuove regole contabili generano un più ampio assorbimento di capitale, mettendo a rischio la missione primaria delle compagnie assicurative.

Le polizze vita, in particolare, hanno visto il raddoppiarsi di prodotti finanziari che trasferiscono il rischio a carico dell’assicurato (polizze unit-linked). Le compagnie cercano nuovi investimenti, inserendosi nel circuito dell’offerta del credito, in sintesi: si stanno snaturando. Questa è l’opinione espressa da Salvatore Rossi, Presidente Ivass, ma in primo luogo uomo, preoccupato sul futuro del settore. Rossi non nega tuttavia l’importanza dell’evoluzione. Quella tecnologica si è realizzata con l’avvento delle assicurazioni online, mentre quella che riguarda l’offerta di credito al consumo avrà obiettivi comunque assicurativo.previdenziali.

Continua e si irrigidisce, dunque, il controllo dell’Autorità di Vigilanza sulle imprese. Queste ultime sono attrezzate al rilascio di garanzie demografico-finanziarie a tutela del consumatore, e l’Ivass verifica che il livello di tutela sia adeguato, come l’accumulo di riserve, per non far venir meno la sostenibilità nel tempo degli impegni assunti. “Siamo inoltre intensamente impegnati ad applicare efficacemente alla nostra organizzazione le norme anti-corruzione e pro-trasparenza recentemente introdotte nell’ordinamento”, afferma il Presidente.

Tuttavia -continua Rossi- è necessario introdurre norme e fissare sanzioni per responsabilità in capo ai dirigenti, attualmente inesistenti e rivolte solo alle imprese in qualità di persone giuridiche, non fisiche.

Gli argomenti saranno discussi in modo più approfondito il prossimo 2 luglio, quando durante l’incontro con Ania, si affronteranno i temi delle sfide poste dalle regole di contabilità introdotte dalla direttiva europea Solvency II, e della tutela degli assicurati a fronte delle modifiche apportate dal Ddl Concorrenza, principalmente nel settore Rc auto ed Rc moto. Per confrontare i preventivi di assicurazioni Rca basta compilare il modulo richiesta preventivi con SosTariffe.it, e scovare l’offerta più economica.

L’articolo Relazione annuale Ivass: le assicurazioni dimenticano la loro missione proviene da Mondo Assicurazioni.

L’assicurazione viaggio: come scegliere quella giusta

Polizze assicurative viaggiMolto spesso quando si organizza un viaggio si trascurano gli aspetti legati ad eventuali assicurazioni perché con leggerezza pensiamo che nulla di spiacevole possa accaderci nell’arco di qualche giorno fuori casa.

Ebbene, spesso non è così, anche nei viaggi a corto raggio e di breve durata, è bene tutelarsi da inconvenienti e incidenti che potrebbero capitare. Senza voler essere catastrofisti, è bene sapere che un piccolo investimento di qualche euro può davvero salvare le nostre vacanze.

Oggi online si possono trovare moltissimi tipi di assicurazione, ma come scegliere quella giusta?

Ecco una lista dei fattori da tenere in considerazione nella scelta dell’assicurazione viaggio:

  • Quanti Paesi nel mondo sono coperti dall’assicurazione;
  • Copertura per oggetti personali persi o danneggiati (valigie, gioielli, documenti, ecc…)
  • Copertura per incidenti personali e infortuni;
  • Copertura per cancellazione o annullamento del viaggio;
  • Assistenza telefonica;
  • Copertura spese legali.

Nel panorama internazionale,  la compagnia assicurativa AIG, si distingue per la validità delle soluzioni assicurative proposte e per i prezzi competitivi. In particolare il gruppo propone l’assicurazione di viaggio AIG Travelguard, disponibile in tre varianti:

  • Viaggio singolo: a soli 8 € circa, permette di assicurare una persona singola, una coppia o un’intera famiglia per un singolo viaggio della durata non superiore a 180 giorni. Copre ritardo del volo, perdita, furto e danneggiamento del bagaglio, infortuni e altro ancora.
  • Viaggi multipli: a partire da circa 72€ permette di assicurare tutti i viaggi effettuati nell’arco di un anno a condizione che ogni viaggio non abbia una durata superiore ai 31 giorni. Anche in questo caso l’assicurazione copre eventuali spese legali, infortuni, ritardo del volo e del bagaglio, spese mediche e rimpatrio, e molto altro.
  • Viaggio lunga durata: a partire da 110 € euro al mese, l’assicurazione annuale Travelguard permette di coprire viaggi di lunga durata fino a un massimo di 365 giorni.

Un’assicurazione di viaggio completa è sempre un buon investimento. Per maggiori informazioni sull’assicurazione di viaggio Travelguard è possibile visitare la pagina: https://www.aig.co.it/home_4011_606841.html.

L’articolo L’assicurazione viaggio: come scegliere quella giusta proviene da Mondo Assicurazioni.

Qual è il costo per l’assicurazione del tuo scooter ?

Polizze assicurative online per scooterLo scooter 50 è un mezzo di trasporto particolarmente usato tra i giovanissimi, vista la possibilità di poterlo condurre a partire dai 14 anni di età. Negli ultimi anni si è assistito a un vertiginoso aumento del costo delle assicurazioni sui cosiddetti “cinquantini”, fattore che ha portato a un brusco calo di vendite degli scooter. Per sconfiggere questo problema, la soluzione è internet. Grazie al web, infatti, è possibile pagare un costo basso per l’assicurazione del proprio scooter 50 acquistando la polizza online e scegliendo  quella più conveniente alla propria situazione dopo aver richiesto un buon numero di preventivi.

Il rincaro dei costi delle assicurazioni sulla responsabilità civile (RCA) ha causato, oltre alle diminuzione delle vendite dei mezzi, un preoccupante aumento di automobili e di ciclomotori che circolano per le strade sprovvisti di regolare copertura assicurativa, stimati intorno all’8%.

Dati allarmanti giungono dal Piemonte, dove la situazione, illustrata dall’ACI, è in continuo peggioramento: nella sola Torino circolano 54mila veicoli in modo illegale. Sempre in Piemonte, nella provincia di Novara ben 271 veicoli sono stati scoperti a circolare senza la regolare assicurazione e numeri simili sono stati registrati nella Provincia di Biella, nonostante siano zone dove il costo delle assicurazioni è tra i più bassi della penisola. Per contrastare questo fenomeno, sono stati intensificati i controlli in tutta la regione piemontese e verranno presto introdotti dei sistemi di controllo automatici che consentiranno alle autorità di verificare la copertura assicurativa del mezzo, senza bisogno di effettuare un vero e proprio controllo, ma semplicemente utilizzando un apposito strumento che permetterà di verificare istantaneamente la validità della polizza assicurativa.

Le sanzioni per chi circola senza la copertura RCA, sono decisamente pesanti: si parte da un sanzione minima di 841 Euro, fino ad arrivare alla massima di 3.366 Euro con il conseguente sequestro del veicolo, il quale sarà restituito entro due mesi a seguito del pagamento della sanzione, delle spese di custodia e di quelle relative al trasporto. Inoltre, il proprietario del mezzo dovrà dimostrare di aver provveduto a mettersi in regola con la copertura assicurativa, la quale dovrà avere una validità minima di almeno sei mesi dal momento della riconsegna del mezzo.

Il motivo principale che porta al mancato rinnovo della copertura assicurativa, deriva dal fatto che molte famiglie possiedono più di un veicolo, ma purtroppo non si trovano, causa crisi economica, nelle condizioni di poterli mantenere tutti.
Per quanto riguarda gli scooter 50, l’incidenza dei costi assicurativi è ancora maggiore. Lo scooter, essendo un mezzo generalmente non utilizzato per ragioni di prima necessità, si presta ad essere sacrificato più facilmente rispetto ad un’autovettura. E a pagarne le conseguenze sono gli adolescenti, bisognosi di quel mezzo così ambito per ottenere la propria autonomia e la libertà tanto desiderata.

Come precedentemente anticipato, la soluzione per assicurare lo scooter a basso costo c’è. Oltre alle normali polizze stipulate presso le agenzie assicurative, da alcuni anni è possibile rivolgersi a compagnie che operano attraverso internet. In questo caso, i costi richiesti per la copertura assicurativa sono molto più bassi, poiché l’agenzia non deve affrontare le spese relative al mantenimento del punto vendita e agli emolumenti del personale.

Stipulando una polizza online, dopo il pagamento effettuabile con carta di credito o con bonifico bancario, si riceveranno a casa i documenti che comprovano l’avvenuto versamento e la regolarità della copertura. In caso di sinistri o di bisogno di assistenza stradale, è sufficiente contattare telefonicamente o via internet la compagnia per ottenere il servizio di cui si ha bisogno. La maggior parte delle compagnie assicurative operanti online, dispone di pratiche applicazioni compatibili con gli smartphone, le quali permettono di accedere rapidamente a tutti i servizi offerti.

L’articolo Qual è il costo per l’assicurazione del tuo scooter ? proviene da Mondo Assicurazioni.