Investimenti a Capitale Garantito

INVESTIMENTI A CAPITALE GARANTITO

Uno strumento finanziario si definisce a «capitale garantito» quando, a prescindere dai risultati del prodotto o della gestione, garantisce a ogni sottoscrittore la restituzione a certe scadenze di una determinata percentuale delle somme versate. Il risparmiatore deve fare attenzione quindi alla quota garantita (100% o inferiore) e alla scadenza alla quale viene assicurata. Non deve inoltre scambiare questi prodotti con quelli a «capitale protetto», che hanno come obiettivo la protezione del valore dell’investimento, ma non offrono alcuna garanzia che il valore dell’investimento non scenda sotto tale livello.

Investimenti finanziari a capitale garantito: cosa sono

Quali sono i migliori investimenti a capitale garantito? Da quando la crisi finanziaria ha fatto il suo esordio e ha di colpo gettato nell’incertezza mercati ed economie reali, il panorama degli investimenti si è fatto più fosco. Le vecchie certezze sono crollate. La ricerca di rendimenti elevati e rischi contenuti è diventata una chimera.

In questo contesto, occorre barcamenarsi come si può, prediligendo uno tra il guadagno e la sicurezza. Per chi protende per la seconda ipotesi, e ha molto denaro da investire, la scelta più adatta potrebbe essere rappresentata dagli investimenti a capitale garantito.

Questo tipo di investimenti sfrutta le dinamiche del risparmio gestito nei vari fondi che le grandi società organizzano e mantengono. Un affare da ricconi, sembrerebbe, ma fino a un certo punto: in alcuni casi l’entry level, ossia il capitale minimo per accedere all’investimento, è sostenibile anche per i comuni mortali.

Le garanzie degli investimenti

Cos’è esattamente un investimento a capitale garantito? Con questo termine si indicano le partecipazioni ai cosiddetti fondi a capitale garantito. La garanzia è costituita da una sicurezza: a prescindere da come andrà il fondo, il gestore assicura all’investitore un certo rendimento. Il problema è che, proprio per la natura “garantista”, questo genere di fondi investe solo su asset particolarmente sicuri, che di contro sono poco profittevoli.

Fa da contraltare il fondo a capitale protetto. La differenza è semplice. L’indicazione sul rendimento garantito è, in questo caso, appunto solo un indicazione. Non c’è nulla di sicuro. Gli asset coinvolti però sono più redditizi, sebbene meno sicuri.

Investimenti a capitale garantito: come individuare i migliori prodotti

Gli investimenti a capitale garantito, in quanto afferenti alla categoria del risparmio gestito, sono studiati e analizzati dalle migliori testate finanziarie. Tra queste spicca Advisor Online, che ogni anni pubblica una rassegna dei migliori fondi.
Quando le rilevazioni relative agli investimenti a capitale garantito dell’anno in corso non sono ancora state pubblicate, si rende necessario rifarsi all’analisi dell’anno precedente per farsi un’idea.

 


 

Print Friendly, PDF & Email